MUSICA INDIANA: LA MIA TOP FIVE DELL'INVERNO

CULTURA

I pezzi musicali preferiti che mi hanno fatto impazzire negli ultimi mesi.

 

Lo ammetto, la musica indiana mi piace proprio tanto. Mi emoziona, mi fa ballare addirittura nella doccia e mi ha fatto innamorare dell’Hindi prima ancora di arrivare in India.

 

Ogni mattina, mi sveglio con un pezzo diverso che suona nella mia mente. No, non sono pazza, ma è vero! Ci sono delle canzoni talmente belle che quando verrai in India, le sentirai ovunque, anche in discoteca, perché, chiaramente, ne fanno anche la versione remixata. Ci sono serate danzanti completamente dedicate alla musica di Bollywood qui a Delhi e sono quelle in cui ci si diverte di più perchè tutti, ma proprio tutti, ballano e cantano!

 

Quindi ho pensato di farti conoscere qualcosa in più sull’argomento. Credimi, quando meno te lo aspetti, il tuo corpo inizierà a muoversi autonomamente e ti ritroverai a ballare un pezzo di Bollywood mentre fai le fotocopie in ufficio sotto lo sguardo sconvolto del tuo capo.

 

Orbene, siccome anche per quanto riguarda la musica indiana vado a fasi, al momento questi sono i miei pezzi preferiti che, volente o nolente, mi suonano nella testa ed io corro ad accendere l’ipod per ballare meglio.

 

1) KALA CHASHMA

 

Interpreti: Badshah, Neha Kakkar, Amar Arshi

Film: Baar Baar Dekho (2016)

 

Questa è stata la canzone del mio debutto nel mondo della Modern Bollywood Dance. Durante il mio matrimonio indiano infatti mi sono cimentata in un assolo di danza per cui ho preso ben 7 lezioni private. Una bella faticaccia per chi non mastica la danza come me, ma alla fine mi son divertita ed il risultato non è stato così terribile. Un giorno, se troverò il coraggio, metterò su il video che hanno girato gli ospiti. Insomma, oggi continuo a cimentarmi nella danza, ogni volta che nessuno mi vede.

˜™˜™˜™˜™˜™˜™

2) TERI MERI KAHANI

 

Interpreti: Arijit Singh & Palak Muchhal
Film: Gabbar is Back (2015)

 

Questa canzone mi mette molta allegria, ha un bel ritmo, da cantare sotto la doccia. Parla dell’inizio di una storia, dell’entusiasmo nel fare tante cose nuove insieme, di due persone che si amano e che si stanno trasferendo in una nuova casa, di un bambino che sta per arrivare e…basta basta, non dico altro, non voglio spoilerare.

˜™˜™˜™˜™˜™˜™

3) GALLAN GOODIYAAN

 

Interpreti: Farhan Akhtar, Sukhwinder Singh, Shankar Mahadevan, Yashita Yashpal Sharma, Manish Tipu

Film: Dil Dhadakne Do (2015)

 

Anche questa canzone ha fatto parte della Colonna Sonora del mio matrimonio indiano: si perchè gli amici hanno ballato per me e per gli ospiti la sera del Sangeet ovvero il ricevimento prima del matrimonio.

Mi piace molto come ballo di gruppo, ha molti termini punjabi (come mio marito) ed il titolo significa qualcosa tipo “parole dolci” (Eng. sweet talks). Sebbene il punjabi sia per me incomprensibile come lingua, certamente le canzoni hanno un ritmo molto coinvolgente. Non a caso i matrimoni punjabi sono trai più divertenti in assoluto qui in India.

˜™˜™˜™˜™˜™˜™

4) CHANNA MEREYA

 

Interprete: Arjit Singh

Film: Ae dil hai mushkil (2016)

Forse una delle canzoni più romantiche degli ultimi tempi, a casa mia la cantiamo spesso, soprattutto durante le riunioni di famiglia, in cui tutti amano cantare. Anche il film da cui è tratta è veramente bello sebbene il finale sia un po’ deludente a mio avviso.

 

Interessante il video della canzone anche perché mostra come avviene un matrimonio musulmano, dove la coppia è separata da una tenda che lascia intravedere la propria metà. “Channa” significa luna in punjabi mentre “mereya” significa mia, da qui il significato attribuito dalla casa di produzione di “luce della mia anima”

˜™˜™˜™˜™˜™˜™

5) KUN FAYA KUN

 

Interpreti: A.R. Rahman, Javed Ali, Mohit Chauhan

Film – Rockstar (2011)

 

Questa canzone indiana ha per me un significato speciale. Quella che vi propongo fa parte della colonna sonora del film Rockstar, con Ranbir Kapoor, ora uno dei miei attori preferiti. Il video ci presenta un ragazzo cacciato di casa dalla famiglia che si rifugia nel Dargah di Nizamuddin, dedicato al santo sufi Khwaja Nizamuddin Auliya. Io sono molto legata al Dargah, e lo visito spesso perché c’è un’energia positiva che trascende la fede religiosa.

Musica indiana, Dargah di Nizamuddin

 

Non avevo ancora visitato il Dargah che sono entrata in contatto con una persona speciale, con cui ero in perfetta sintonia. Mentre prendevamo un caffè, questa persona mi ha parlato del Dargah e mi ha raccomandato di visitarlo perché era come se mi stesse chiamando. Io l’ho fatto, d’allora, diverse volte, e vi confesso che quando sono lì mi sento attraversare da vibrazioni positive. Per questo motivo, questa canzone, cantata nella forma di Qawwali, la musica sacra dei sufi Cishtiyya, suscita in me le stesse bellissime sensazioni. Provate a chiudere gli occhi ed a battere il tempo con le mani come fanno loro, farà venire i brividi anche a voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni

  •   C-2. Tanishq Apartment, 2nd Floor, Dadabari Road, Ward - 8, Mehrauli, New Delhi - 110030

  •    ITA (+39) 349 722 20 12

       IND (+91) 882 67 47 693

  •    +39 349 722 20 12

  •    info@susindia.it

Contatti

© Copyright 2017 | SusIndia di Susanna Di Cosimo. Tutti i diritti riservati.
Mutart | Privacy Policy - Cookie Policy