QUANTO COSTA UN VIAGGIO IN INDIA? LO DECIDI TU!

CULTURA

Informazioni utili per sapere quanto costa un viaggio in India senza sorprese.

 

Spesso e volentieri i viaggiatori che si apprestano a prenotare un viaggio in India non hanno un’idea realistica del costo della vacanza. È vero infatti che tutti si aspettano di trovare una meta particolarmente economica e che bastano poche centinaia di euro per un viaggio circa due settimane. Ma è veramente così economica l’India? E soprattutto cosa intendiamo per “economica”? Come sempre, dipende! Quindi, ora vi fornirò qualche spiegazione per darvi un’idea di quanto costa un viaggio in India.

 

Quanto costa un viaggio in India, Khandela, Rajasthan

Tintoria, Khandela, Rajasthan

 

Qualche giorno fa, infatti, un amico (e collega) ha fatto una battuta su Facebook che se da un lato mi ha strappato un sorriso, dall’altro è stato lo spunto per scrivere questo post per te che stai pensando di fare un viaggio in India e non hai idea di quanto possa costare.

 

Inizio subito col dire che l’India è un paese adatto a tutti i tipi di viaggiatori: ai gruppi, ai singoli, le donne, le famiglie, gli amanti dell’arte, della natura, dello yoga e del benessere, dello sport, della fotografia. Tutti possono poi viaggiare sia in autonomia, zaino in spalla, o come si suol dire, da backpacker oppure con un viaggio semi-organizzato oppure completamente organizzato. Si può decidere di affidarsi ad un’agenzia in Italia ed acquistare un pacchetto completo che include anche i voli internazionali, il visto, l’assicurazione. Si può studiare un itinerario utilizzando la grande risorsa che è internet, programmando tutto da soli ed eventualmente comprare i vari servizi in loco, o ci si può affidare alle agenzie locali specializzate per viaggi in India e farsi preparare un itinerario da loro in base alle richieste. Quindi, forse è più giusto dire che quanto costa un viaggio in India lo decidi tu, in base alle tue tasche!

 

La prima volta che sono stata in India, io ho utilizzato la modalità di viaggio semi-organizzato. Ovvero il mio caro amico Omar ha disegnato l’itinerario, cercando sul web le informazioni necessarie, ha scelto gli alberghi, prenotati direttamente dall’Italia, e poi ci siamo affidati ad un servizio di noleggio di auto con autista in loco.

 

Quanto costa un viaggio in India, rickshawala, Rajasthan

Rickshawala, Rajasthan

 

Come decidere la modalità di viaggio in India?

Inutile dire che dipende dal genere di viaggiatore che ti senti di essere. Ma più genericamente i fattori che influenzano la modalità di viaggio sono due:

– Tempo a disposizione

– Budget disponibile

 

LOW BUDGET E TEMPIO MEDIO-LUNGO: Se il tempo a disposizione supera le due-tre settimane e non si ha la pretesa di visitare un intero subcontinente, e soprattutto se per te il viaggio inizia dalla programmazione e ti piace studiarlo prima ancora di viverlo, allora potrai decidere di viaggiare con modalità fai da te / zaino in spalla, utilizzo dei treni o degli autobus locali, eventualmente scegliendo strutture più modeste, guesthouse, homestay e simili, il tutto via internet.

 

BUDGET MEDIO / COMFORT E TEMPO BREVE: Se il tempo a disposizione è più limitato, la scelta giusta potrebbe essere il noleggio di un’auto con conducente (considerando che è assolutamente non consigliato guidare in India) e qui puoi decidere se scegliere le strutture da solo. In questo caso basta fare una ricerca nel web per trovare un’agenzia di autonoleggio con conducente e farsi fare un preventivo che varia in base a kilometri, tasse di ogni tipo, alloggio e vitto per l’autista. Mettere sempre tutto in chiaro fin dall’inizio, onde evitare spiacevoli sorprese dopo.

 

BUDGET MEDIO – ALTO / RELAX TOTALE: Nell’ipotesi in cui non si ha nessuna idea degli itinerari da percorrere, non si ha tempo per fare una ricerca sugli alberghi più adatti, e si preferisce acquistare anche servizi extra a monte, altro, ci si può affidare ad un’agenzia, italiana o locale. Ovviamente dipende dal proprio budget. Sicuramente vi sarà da pagare i diritti di agenzia ma si è ripagati dal livello del servizio acquistato e dall’assistenza di un operatore turistico in loco, oltre che da eventuali prezzi scontati che le agenzie spesso propongono.

 

Quanto costa un viaggio in India, pakoda vegetariani

Pakoda vegetariani, Kasoli, Himachal Pradesh

 

Quali sono le voci da considerare per calcolare quanto costa un viaggio in India?

 

– Volo internazionale: da calcolarsi tra i 450 € e gli 800 €, dai maggiori aeroporti italiani, in base alla stagione. A dicembre, uno volo dall’Italia all’India può costare tanto se si pensa a tutti gli indiani che vivono in Italia e che rientrano per le vacanze. Lo stesso volo può costare molto meno durante l’estate italiana perché corrisponde alla bassa stagione in India. Anche qui, non c’è una regola precisa ma io consiglio di verificare sempre i siti di compagnie quali Air India, Lufthansa, Emirates, Qatar Airlines, Kuwait Airways.

 

– Visto: Ad oggi, esistono due tipi di visto per turisti, il visto elettronico denominato e-visa costa 50$ e si richiede on line a questa pagina. Il visto tradizionale costa intorno ai 35 € e si deve iniziare l’applicazione a questa pagina. Le differenze tra i due tipi di visto sono spiegate anche nel mio articolo Informazioni utili per il viaggio in India (parte I)

 

– Assicurazione: prima di partire per il viaggio in india, è sempre bene stipulare l’assicurazione che copra ogni possibile rischio. Chi vuole potrà fare anche i vaccini, io personalmente consiglio soltanto quelli dell’epatite A, tifo e colera che non sono invasivi. Non consiglio l’antimalarica e se qualcuno vi dice di fare il vaccino per la dengue, sta mentendo perché non esiste, sappilo! Consigliate la Europassistance e la Filodiretto, tra le più usate dai viaggiatori.

 

– Alloggio: in India si possono trovare alloggi anche a partire da 100 rs. (oggi 1 € = 75 INR). Non scherzo quando dico che io ho alloggiato in una camera in quel di Bhagsu con la mia cara amica Sara, alla modica cifra di 200 rs in totale, con bagno in camera ed acqua calda. Non c’era aria condizionata ma si stava benissimo tra le valli, in pieno monsone.

 

Quanto costa un viaggio in India, camera Hotel economico

Camera di hotel economico, Delhi

 

Bisogna sempre tener conto del fatto che le grandi città hanno un costo maggiore rispetto ai piccoli centri.

 

I viaggiatori zaino in spalla in India possono scegliere tra un’infinità di ostelli, guesthouse, pensioni ed homestay. A Delhi, la zona più frequentata dai backpackers è Pahar Ganj, anche perché si trova vicino la stazione ed è quindi comoda per chi utilizza molto il treno. Prezzi tra 500 e 1500 a notte per camera, solitamente senza colazione, spesso con bagno in comune. Tieni conto che inferiore è la fascia e maggiore è la probabilità di trovare un livello di igiene scarso.

 

In alternativa, esistono strutture più confortevoli, che possono essere paragonate agli alberghi di categoria 3* in Italia ed i cui prezzi variano in base alla posizione ed alla stagione. Prezzi intorno alle 2500/3000 per camera con bagno e colazione. In genere, i prezzi raddoppiano nel periodo di alta e altissima stazione, ovvero dal 1 ottobre al 31 marzo. In queste strutture, il livello dei servizi e della pulizia è buono ed è una valida opzione soprattutto per l’alta stagione se si vuole fare un viaggio in India senza spendere troppo.

 

Quanto costa un viaggio in India, Hotel heritage

Albergo di lusso heritage, Udaipur, Rajasthan

 

Tra le opzioni più gettonate c’è la soluzione “heritage”, ovvero antichi palazzi appartenuti alla nobiltà locale, in tutto o in parte convertiti, classificati come patrimonio artistico-culturale del Paese. Sono strutture dal fascino particolare, a metà tra le 4* ed il lusso, in grado di regalare un soggiorno unico e di farti assaporare meglio lo spirito dell’India. Sono quelli posti nei punti strategici della città o immersi nella natura, tra le montagne, sui laghi, con panorami stupendi o dal profondo feeling regale. Prezzi a partire dalle 5000 rupie a stanza.

 

Se è il lusso che ci si aspetta, in India abbiamo anche quello. Alberghi da mille e una notte, le più grandi catene di hotel come Taj, Oberoi, Leela, Hyatt e tante altre, palazzi reali riconvertiti, dimore storiche ristrutturate, lodges eco-friendly nel bel mezzo della foresta o campi tendati nel deserto, dotati di tutti i comfort. Non a caso, l’India sta crescendo molto anche come destinazione per i viaggi di nozze. Stiamo parlando di sistemazioni da lasciarti con la bocca aperta per 15 minuti, con ristoranti dalla cucina ricercata, una grandissima attenzione al cliente, servizi di spa, centri benessere, piscina, ecc. Questa è la scelta ideale per chi si vuole coccolare dopo una giornata stancante nell’incredibile India. Prezzi a partire da 7000/10000 a salire. Suites anche da 300.000 rs a notte.

 

Quanto costa un viaggio in India, autobus, Rajasthan

Autobus locale in attesa del passaggio del treno

– Trasporto: i backpacker usano soprattutto i treni e gli autobus. Per quanto riguarda i treni, questi devono essere prenotati con largo anticipo in quanto il treno è uno dei mezzi più affascinanti per un viaggio in India perché si entra a contatto diretto con la popolazione locale. Ovviamente, bisogna tener conto della stagione: le piogge monsoniche o la nebbia invernale possono causare gravi ritardi o cancellazioni. I prezzi dipendono dalle tratte e dalle classi. A titolo di esempio: Delhi – Amritsar in AC Chair Car costa 750 rs, Delhi – Agra in AC Chair Car 465 rs., Delhi – Varanasi in AC 3 Tier 1200 rs circa.

 

Laddove il treno non fosse disponibile, si può optare per l’autobus, sia statale che privato, costi simili ai treni.

 

Chi invece vuol viaggiare in India con maggiore comodità, o magari se si ha meno tempo a disposizione ed una tabella di marcia un po’ più stretta, se si intende visitare luoghi non facilmente raggiungibili dal trasporto pubblico, avendo la possibilità di fermarsi ogni volta che si vuol scattare una fotografia o semplicemente ammirare un panorama, la scelta migliore è senz’altro l’auto a noleggio con conducente. In questo caso, bisogna tener conto dei costi del vitto e dell’alloggio dell’autista, delle tasse e del carburante. I preventivi delle agenzie includono tutte le voci e l’importo è calcolato anche per km. A titolo esemplificativo, noleggiare un’auto con autista per un tour del Rajasthan di circa 15 giorni potrebbe costare intorno ai 50€ al giorno. Ovviamente, in questo caso, l’importo del veicolo va diviso per il numero degli occupanti quindi è certamente una soluzione valida se si viaggia almeno in due.

 

– Monumenti ed attività: solitamente i monumenti o comunque i luoghi di interesse culturale non sono mai veramente costosi. Il più caro probabilmente è il Taj Mahal di Agra che attualmente costa 1000 rupie. Altri monumenti costano intorno alle 500 rupie ed i minori tra le 100 e le 200. Spesso si paga un extra di circa 50-100 rupie per la macchina fotografica. Attività come un giro in elefante si aggira intorno alle 1100 rupie a coppia.

 

– Pasti: l’India è un paradiso per i food lovers. Cucina indiana ovviamente, mughlai, del sud, più o meno piccante, vegetariano, pollo, montone, pesce, cucina thailandese, cinese, continentale. Si passa dalle 20/50 rupie per lo street food alle 1000/2000 rupie per un pasto in un ristorante chic, alle 5000/6000 per un ristorante in hotel a 5* con alcolici. In mezzo, c’è di tutto.

 

Quanto costa un viaggio in India, Thali rajasthano

Thali vegetariano, Ristorante a Delhi

 

 

– Shopping: qui non è proprio possibile fare una previsione. Potete acquistare capi di abbigliamento, tessuti, oggetti d’antiquariato, decorazioni, dipinti, tappeti, mobili, strumenti musicali, oro e pietre preziose, scarpe in pelle, bigiotteria, spezie, essenze, la lista è infinita.

 

Quanto costa un viaggio in India, artigianato locale

Artigianato locale in India

 

– Mance: in India c’è l’usanza di lasciare la mancia quando si è soddisfatti di un servizio. In realtà, tutti se l’aspettano sempre e comunque ma va da sé che dipende solo da te e se hai ricevuto un servizio che ti ha reso felice. Altrimenti non è un obbligo. Di solito si lascia la mancia a facchini, guardascarpe fuori dai templi, guide, autisti, ristorante (ove non espressamente indicato nel conto). Da evitare assolutamente le mance ai santoni o presunti tali per effettuare la puja, la cosiddetta benedizione. Un vero santone non prende soldi per la puja, ma al massimo un’offerta a piacere, come quando in Chiesa si accende un cero. È differente se siete voi ad acquistare candele, fiori, dolci che vengono offerti al tempio, è chiaro che lì si sta pagando per il costo del materiale offerto e non per la “benedizione”.

 

Spero che questo ti aiuti a capire quanto costa un viaggio in India ed a programmare al meglio la tua vacanza senza sorprese, in base a ciò che ti piacerebbe vedere e secondo le tue possibilità. Se hai curiosità più specifiche, non esitare a contattarmi QUI.

Come anticipato, c’è un’India adatta a tutti, basta semplicemente partire con un minimo di organizzazione, spirito di adattamento e tanta voglia di scoprire questo meraviglioso paese!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni

  •   C-2. Tanishq Apartment, 2nd Floor, Dadabari Road, Ward - 8, Mehrauli, New Delhi - 110030

  •    ITA (+39) 349 722 20 12

       IND (+91) 882 67 47 693

  •    +39 349 722 20 12

  •    info@susindia.it

Contatti

Instagram Feed

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

© Copyright 2017 | SusIndia di Susanna Di Cosimo. Tutti i diritti riservati.
Mutart | Privacy Policy - Cookie Policy