VIAGGIO A JODHPUR: LA CITTA’ BLU DEL RAJASTHAN

CULTURA

Quando andare e cosa vedere nella “città del sole”

 

      Un viaggio attraverso l’India del Nord non sarebbe completo senza visitare una delle città più interessanti del Rajasthan, la bella Jodhpur  che, a mio avviso, è una vera chicca e merita certamente almeno due giorni pieni. Inoltre, Jodhpur è a metà strada da Jaisalmer e Udaipur e conviene sempre includerla nel proprio itinerario sia per spezzare la grossa distanza tra le due località, sia per poter ammirare un’India diversa.

 

     I dintorni di Jodhpur, infatti, sono altresì interessanti per le centinaia di piccoli villaggi rurali dove, meglio ancora, vale la pena spendere qualche notte in più per immergersi completamente nella cultura indiana.

 

     La città di Jodhpur è conosciuta per il colore azzurro con cui, quasi uniformemente, è stata dipinta la maggior parte degli edifici nel suo centro storico.

 

     Quindi, se Jaipur è la città rosa, Jodhpur è la città blu.

 

Viaggio a Jodhpur | Mehrangarh Fort | SusIndia Blog

Viaggio a Jodhpur | Mehrangarh Fort | SusIndia Blog

 

      Come molte altre città del Rajasthan, Jodhpur è stata fondata da un Maharaja, in questo caso da Rao Jodha Rathore, appartenente alla casta dei guerrieri Rajput, che nel 1459, fece costruire il forte Mehrangarh da cui dominava non solo la città che aveva fondato ma anche un vasto territorio che si estendeva nei dintorni.

 

     In un viaggio a Jodhpur, ti consiglio di iniziare la visita del forte in mattinata. L’ingresso costa 500 rupie per i turisti stranieri, inclusa l’audioguida, a cui aggiungere altre 100 rs per l’uso della macchina fotografica/cellulare ed è aperto dalle 9 alle 17.

 

     Il forte di Mehrangarh si erge su una collina ad un’altezza di circa 150 m. dalla città ed è visibile da ogni lato. Vi sono ben 7 porte per entrare, 4 delle quali fanno parte dell’itinerario della visita. Le mura sono alte ben 21 metri e raggiungono i 36 metri in alcuni punti.

 

     Il forte di Jodphur è un labirinto di camere e cortili, una più bella dell’altra e dalle sue torri la vista sull’Intera città blu è semplicemente stupefacente. Ugualmente, alla sera, il TOP è cenare in uno dei ristoranti con vista sulla fortezza illuminata. Io mi sono sempre trovata bene al Panorama 360, una cenetta a lume di candela con vista magnifica e deliziandomi di specialità rajasthane semplicemente squisite.

 

Viaggio a Jodhpur | Jashwant Thada | SusIndia Blog

Viaggio a Jodhpur | Jashwant Thada | SusIndia Blog

 

     All’uscita dal Mehrangarh Fort, si può visitare il Jaswant Thada, un mausoleo in marmo bianco, risalente alla fine del XIX secolo, voluto da Sadar Singh in memoria del padre, il Maharana Jaswant Singh II: da qui si gode una magnifica vista sul forte di Mehrangarh e vi è un piccolo laghetto usato per effettuare le puja funerarie. In questo mausoleo, l’atmosfera è calma e serena, lontano dal caos della città, quindi ci si può riposare un po’ prima di proseguire con le successive visite. In tutto il complesso, i memoriali sono magnificamente lavorati, con dettagli intricati eppure delicati. I piccoli jhalis, finestre di marmo finemente lavorati, e le jharoka ovvero i tipici balconi aggettanti in stile Rajasthano, sono perfettamente fusi ad elementi moghul come le cupole.

 

     Per questi elementi preziosi e la struttura in marmo bianco, viene anche chiamato il “Taj Mahal del Marwar”. Il biglietto di ingresso è di 30 rupie e 25 rs per la macchina fotografica.

 

Considerando che si tratta di un luogo sacro, bisogna ricordarsi di togliersi le scarpe prima di accedere ai cenotafi.

 

Viaggio a Jodhpur | Case blu | SusIndia Blog

Viaggio a Jodhpur | Case blu | SusIndia Blog

 

        Oltre ai monumenti, il bello di un viaggio a Jodhpur sta nel suo centro storico, dove c’è la maggiore concentrazione di case blu. Diversi sono i motivi per cui le case sono state dipinte di questo colore: si dice infatti che le case di color indaco siano quelle dei Bramini, la casta più alta secondo il sistema induista, mentre un’altra versione è più pratica e sembrerebbe che questo colore proteggesse dalla calura estiva e tenesse lontane le zanzare.

 

         Un vicolo dopo l’altro, perdendosi nel dedalo di casette blu, e si arriva alla piazza del Mercato Sardar con la famosa Clock Tower (torre dell’orologio): il mercato di Jodhpur è forse uno dei più completi ed a basso costo che ho visitato in India. Ce n’è per tutti i gusti: spezie, tessuti, stoviglie, artigianato, abbigliamento, decorazioni, un paradiso sia per i turisti che per i locali per cui la pressione “turistica” è meno forte e lo shopping più rilassato.

 

Viaggio a Jodhpur | Clock Tower | SusIndia Blog

Viaggio a Jodhpur | Clock Tower | SusIndia Blog

 

     Magari, dopo aver fatto qualche spesa, è bello fermarsi in uno dei ristoranti nei pressi della piazza per aspettare il tramonto e godersi la vista sul forte illuminato, godendosi una delle specialità località: il makhaniya lassi, una bevanda a base di latte, yogurt e spezie.

 

     Se il proprio viaggio a Jodhpur prevede almeno due notti, si possono visitare anche i giardini Mandore, a circa 8 km da Jodhpur ed il Palazzo Umaid Bhawan.  Mandore era la capitale del regno Marwar prima di essere spostata a Jodhpur dal Re Rao Jodha. Qui, è possibile ammirare i cenotafi (chhatris) della famiglia del Maharana, circondati, come spesso in India, da decine di scimmie, quindi evitate di mostrare il cibo altrimenti cercheranno di rubarlo! L’Umaid Bhawan Palace è l’ultimo palazzo reale realizzato in India, prima dell’Indipendenza avvenuta nel 1947 e lo scopo della sua costruzione fu quello di promuovere l’economia locale in un momento di profonda crisi fornendo posti di lavoro a migliaia di persone.

 

     Oggi il palazzo reale è in parte adibito ad Hotel di lusso gestito dalla celebre catena alberghiera Taj che lo ha reso uno degli alberghi più famosi al mondo. Una parte del palazzo è ancora residenza privata dei discendenti del Maharaja Umaid Singh. Nel Palazzo e troviamo anche un’area museale dove è illustrata la storia della famiglia reale di Jodhpur.

 

Viaggio a Jodhpur | Panorama della città | SusIndia Blog

Viaggio a Jodhpur | Panorama della città | SusIndia Blog

 

 

QUANDO EFFETTUARE UN VIAGGIO A JODHPUR

 

     Il periodo migliore per un viaggio a Jodhpur è compreso tra ottobre e marzo poiché le temperature ed il clima sono molto piacevoli. Durante l’inverno, tuttavia, la colonnina di mercurio scende sino allo 0° mentre d’estate è facile che raggiunga i 45° C. Durante la stagione monsonica, da giugno a settembre, l’umidità che di solito è particolarmente bassa, aumenta notevolmente con una media di piogge di 450 mm.

 

     La scelta ideale sarebbe prenotare un viaggio a Jodhpur durante uno dei tanti festival che si tengono con cadenza annuale (controllare sempre le date in quanto non sono fisse):

 

Jodhpur RIFF: il Rajasthan International Folk Festival si tiene nella splendida cornice del Mehrangarh Fort e quant’anno festeggia il 10° anniversario, alla presenza del Maharaja di Jodhpur. Il festival propone il meglio della musica tradizionale Rajasthana attraverso una serie di concerti nelle sbalorditive stanze e cortili del possente forte di Mehrangarh. Nel 2017, il RIFF si terrà dal 5 al 9 Ottobre. Per informazioni, consultare il Sito Ufficiale dell’Evento.

 

Marwar Festival: ogni anno tra settembre ed ottobre, questo festival celebra l’arte e la cultura della città di Jodhpur ed è interamente dedicato alla musica e alla danza tipica della regione Marwar. Ancora una volta, il forte Mehrangarh verrà trasformato in un grande palcoscenico dove i programmi culturali di musica e danza si alterneranno nella due giorni che, nel 2017, si terrà il 4 ed il 5 Ottobre.  

 

Viaggio a Jodhpur | Jashwant Thada | SusIndia Blog

Viaggio a Jodhpur | Jashwant Thada | SusIndia Blog

 

 

World Sacred Spirit Festival: musica, musica ed ancora musica nella cornice del Forte di Mehrangarh. Questa volta si tratta di musica di un festival dedicato alla musica sacra sufi in articolare, nota per trascendere l’aspetto religioso. Il World Sacred Spirit Festival riunisce artisti incredibili provenienti da tutta l’India ed oltre, come ho spiegato anche in QUESTO ARTICOLO Come ogni anno, anche l’edizione 2018 del festival si terrà presso il forte di Nagaur (12-15 febbraio), prima di passare al Forte di Mehrangarh di Jodhpur (16 al 18 febbraio). Giorni e notti di musica magica, danza e poesia garantiscono un’esperienza indimenticabile.

 

   Ovviamente, è possibile programmare un viaggio a Jodhpur in diversi periodi dell’anno e se vuoi usufruire della mia collaborazione, puoi scrivermi QUI ed io ti aiuterò a disegnare un itinerario su misura che includa la città di Jodhpur.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni

  •   C-2. Tanishq Apartment, 2nd Floor, Dadabari Road, Ward - 8, Mehrauli, New Delhi - 110030

  •    ITA (+39) 349 722 20 12

       IND (+91) 882 67 47 693

  •    +39 349 722 20 12

  •    info@susindia.it

Contatti

Instagram Feed

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

© Copyright 2017 | SusIndia di Susanna Di Cosimo. Tutti i diritti riservati.
Mutart | Privacy Policy - Cookie Policy