IL VISTO PER L'INDIA PER TURISMO: E-VISA O TRADIZIONALE

CULTURA

Come ottenere il visto per l’India senza entrare in panico

 

Se sei in procinto di partire per l’India, saprai che anche solo per un giorno, occorre il visto. Io qui, ovviamente, mi riferisco solo ed esclusivamente a quello a scopo turistico.
La prima regola fondamentale è: DON’T PANIC!! In realtà, il visto per l’India è molto più semplice a farsi che a dirsi.

 

Cercherò di spiegarlo in modo semplice, ma è importante fare riferimento ai canali ufficiali perchè spesso e volentieri le regole cambiano da un momento all’altro. Il sito ufficiale del Governo indiano su cui reperire tutte le infoRmazioni è SOLO ed ESCLUSIVAMENTE questo: https://indianvisaonline.gov.in/  Accertati, quindi, di essere sul sito ufficiale .gov e non .com oppure .org 

 

Al momento, esistono due modalità per richiedere un visto per l’India: l’e-visa e il visto turistico regolare TV. L’ e-visa è disponibile solo da pochi anni, almeno per gli italiani. L’e-visa, è molto facile da ottenere in quanto la procedura è totalmente online: si applica, si paga, e si riceve una mail di conferma in 1-2 giorni. Al contrario, il visto turistico tradizionale cartaceo è più difficile da ottenere, più costoso, va applicato sul passaporto consegnato all’ambasciata, ma può essere valido da un minimo di sei mesi fino addirittura a 10 anni, a seconda della nazionalità del richiedente. 

In sintesi:

  1. quello tradizionale chiamato Tourist visa (TV);
  2. quello elettronico chiamato e-visa (ETA)

Innanzi tutto, munirsi di passaporto che abbia una validità residua alla scadenza di almeno sei mesi, e due pagine bianche consecutive.

 

Per il visto tradizionale 1) 

  • Dura 6 mesi dall’emissione e consente ingressi multipli;
  • Consente ingresso, uscita, in qualsiasi porto / aeroporto indiano.
  • Prevede l’invio o la consegna del passaporto presso l’Ambasciata di Roma o il Consolato di Milano
  • Prevede, in alcuni casi, il rilascio dei dati biometrici di persona;
  • Prevede, in alcuni casi, la consegna del piano di viaggio ed il biglietto aereo A/R;
  • Costa circa 116 €
  • Il sito per richiedere il visto per l’India tradizionale è QUESTO

 

Per il visto elettronico 2) 

Aggiornamento: da agosto 2019, ci sono delle belle novità.

Sono ora disponibili tre tipi di visti e-Tourist con validità di un mese, un anno e cinque anni.

  • Il visto turistico elettronico di un mese decorre dalla data di primo ingresso, costa 10 $ da aprile a giugno e 25$  per il resto dell’anno, consente due ingressi;
  • Il visto e-Tourist per un anno costa 40$ e consente ingressi multipli con permanenza massima di 90 giorni ogni volta;
  • Il visto e-Tourist per 5 anni costa 80$ e consente ingressi multipli con permanenza massima di 90 giorni ogni volta;
  • Prevede ingresso / uscita in porti / aeroporti specifici;
  • Può essere richiesto ovunque vi troviate nel mondo perchè non prevede consegna fisica del passaporto;
  • Il sito per richiedere il visto per l’India online è QUESTO
  • ATTENZIONE: L’ETA non è il visto vero e proprio che verrà emesso solo una volta arrivati in India; è solo un’autorizzazione e andrà confermata in India, dove verranno raccolti i dati biometrici.

 

Tutti i visti turistici non sono estendibili o convertibili.

 

Durante la compilazione dei form verranno richieste informazioni anche relative alla vostra famiglia, al vostro lavoro, ai viaggi effettuati negli ultimi 10 anni, ecc.

 

Aspetto fondamentale del visto per l’India è la foto da caricare sul modulo on line: io non ci capisco niente di pixel, bytes e quant’altro e me la sono fatta fare dal fotografo, l’ho fatta stampare in formato 5cmX5cm e poi caricare su una pen-drive. Quindi bisogna avere tutto a portata di mano: fotografia, passaporto, carta di credito in caso di visto online.

Per ovvi motivi, io consiglio di fare direttamente il visto online 2) : economico, veloce, pratico.

Ricordo quindi alcuni semplici passaggi:

  • Tipo di passaporto

  • Nazionalità

  • Porto di arrivo in India

  • Data di nascita

  • Il tuo indirizzo e-mail

  • Presunta data di arrivo

Inoltre, accanto a “Visa service” scegliere “E-tourist Visa

Qui dovete annotare il  TEMPORARY APPLICATION NUMBER, ti occorrerà per rientrare nel sistema in caso vorrai uscire temporaneamente. oppure per controllarne lo status.

Alla schermata relativa al proprio impiego:

  • Indica se sei un lavoratore

  • Il nome dell’azienda per cui lavori

  • L’indirizzo dell’azienda

  • La precedente eventuale  occupazione

E se non ce l’hai? scrivi ALTRO –> OTHER

 

Man mano che procedi, ti verrà richiesto il REFERENCE, referente in India

Se viaggi con un tour organizzato, puoi mettere il nome del tour operator locale, se invece viaggi da solo, inserisci i dati del primo hotel dove soggiornerai.

  • Nome del referente in India

  • Indirizzo del referente in India

  • Numero di telefono del referente in India

 

Per quanto riguarda il REFERENCE IN ITALY, puoi inserire i dati dell’agenzia di viaggi da cui hai acquistato il viaggio, oppure quelli di un familiare se viaggi da solo:

  • Nome del referente in Italia

  • Indirizzo del referente in Italia

  • Telefono del referente in Italia

 

Dopo avere caricato la foto con queste caratteristiche:

  • Formato JPG

  • Minimo 10 KB massimo 1GB

  • La dimensione minima è di 350 pixel (lunghezza) e 350 pixel (altezza)

  • La foto deve essere recente con sfondo bianco, senza occhiali, orecchie scoperte.

carichi anche il passaporto, nella stessa modalità, tutto a colori.

 

Una volta controllato tutte le informazioni inserite, effettua il pagamento a cui seguirà una e-mail di conferma. Di solito, entro le prime 72 ore riceverai via mail la conferma dell’ETA con la scritta “GRANTED”, come riporta l’esempio qui sotto:

 

Visto per l'India | Esempio di ETA

 

Mentre in precedenza era necessario, loggarsi nuovamente sul sito del governo e scaricare manualmente l’ETA, ora sembra che arrivi direttamente via mail. Come essere sicuri di aver stampato il documento giusto?

Semplice! Deve contenere la tua fotografia ed il codice a barre, oltre al QR code, in alto a destra. Inoltre a pagina intera, c’è il timbro blu circolare dell’Ufficio immigrazione.

Tuttavia, è bene portarsi dietro tutti i documenti effettuati:

  • la mail ricevuta dal Governo Indiano
  • l’ETA con scritto GRANTED, vedi foto sopra.

 

Per quanto io speri di aver dato tutte le informazioni utili, ricordo che l’unico sito a far fede in veste ufficiale è quello del Governo indiano. Pertanto, quando farete applicherete per il visto per l’India, controllate le informazioni con molta attenzione onde evitare perdite di soldi e spiacevoli sorprese.

 

Ci vediamo in India!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni

  •   C-2. Tanishq Apartment, 2nd Floor, Dadabari Road, Ward - 8, Mehrauli, New Delhi - 110030

  •    ITA (+39) 349 722 20 12

       IND (+91) 882 67 47 693

  •    +39 349 722 20 12

  •    info@susindia.it

Contatti

Accetto le regole sul trattamento dei dati personali in Privacy Policy.

Instagram Feed

© Copyright 2018 | SusIndia di Susanna Di Cosimo. Tutti i diritti riservati.
Mutart | Privacy Policy - Cookie Policy