HOLI FESTIVAL IN INDIA: 5 COSE DA SAPERE

FESTIVAL ED EVENTI

La festa dei colori: istruzioni per l’uso

 

Conosciuto come l’evento religioso indiano più divertente dell’anno, Holi Festival è ormai noto in tutto il mondo come la festa dei colori e chi ha avuto la fortuna di effettuare un viaggio in India durante il mese di marzo sa di aver preso parte a qualcosa di speciale.

 

Tra soli due giorni, il 13 Marzo, l’India intera si colorerà di mille sfumature di rosso, verde, giallo, al ritmo di musica e balli!

Non sai cos’è l’Holi festival?? Eccoti un esempio di un video da uno dei miei film preferiti Yeh Jawaani Hai Deewani Balam Pichkari!

Ti è mai capitato di arrivare all’aeroporto di Delhi e di ritrovarti davanti ad un agente della dogana con le orecchie rosa? O magari l’autista del taxi aveva un colore di capelli tendente al verde?

 

Sono i “superstiti” di Holi perché che tu sia un adolescente che va ancora al liceo od il poliziotto tutto d’un pezzo, quando arriva il mese di marzo, non c’è scampo, Holi hai!

 

SusIndia | Viaggi in India | Holi Festival | Gulal | Ph. Amy Baumann ©

 

Oggi, al mio quarto anno da expat in India, e con tre Holi sul mio curriculum, posso finalmente sfornare i miei consigli su come godersi questa festa meravigliosa nel miglior modo possibile!

 

1) CONTROLLA IL CALENDARIO E PIANIFICA IL VIAGGIO

 

Sebbene di solito Holi si festeggi a Marzo, è comunque una festa induista che si tiene nel giorno di luna piena del mese di Phagun. Una volta accertata la data, puoi programmare il tuo viaggio in India, magari pianificando l’itinerario in modo da giocare ad holi nelle città dove questa festa è maggiormente sentita come ad esempio, Delhi, Jaipur, Mathura o Vrindavam. Anche Jaisalmer è una città meravigliosa da visitare durante Holi, soprattutto per il contrasto tra i colori usati per giocare ed il giallo ocra delle abitazioni del Forte. Una vera manna se ti piace la fotografia, a patto di rivestire per bene la tua macchina!

 

Sebbene Holi sia una festa celebrata in tutta l’India, è innegabile che è molto più divertente nel Nord dell’India. È vero infatti che, oggi, la festa rappresenta anche un modo per rilassarsi, dimenticare la timidezza e lasciarsi andare alle emozioni ed il Sud dell’India è molto più conservatore e tradizionalista delle regioni del Nord. Ciò non toglie che resta una bellissima esperienza anche se sei al Polo Nord.

 

SusIndia | Viaggi in India | Holi Festival | Ph. Manuela Nessi ©

2) PROCURATI ABITI BIANCHI DA BUTTAR VIA  

 

Il soprannome di “festa dei colori” è dovuto all’utilizzo di polveri colorate prodotte con i fiori o comunque con piante naturali, chiamate gulal, utilizzate per i rituali hindu, ed in particolare per il festival di Holi. Se vivi in India, aspettati di essere svegliata alle 7 del mattino dalla tua coinquilina con una scusa banale. Molto probabilmente, è dietro la porta con un gavettone di acqua colorata pronto ad essere infranto sulla tua testa!

 

Se invece sei in viaggio in India per turismo, quasi certamente l’hotel in cui alloggerai avrà organizzato un party privato per gli ospiti per celebrare Holi alla grande. È un’opzione sicuramente valida se non si conosce nessuno in città.

 

Se sei scampato al primo attacco a tradimento, cospargiti il capo e la pelle di olio ed indossa rigorosamente abiti bianchi che dopo puoi buttar via ed esci in strada pronto all’offensiva. Holi solitamente si festeggia nella prima metà della giornata quindi, già dalle prime ore potrai incontrare persone colorate dalla testa ai piedi. Se avrai usato l’olio, dopo sarà più facile lavar via i colori dalla pelle…altrimenti farai la fine dell’impiegato della dogana con le orecchie rosa!

 

SusIndia | Viaggi in India | Holi Festival | Ph. Amy Baumann ©

 

3) CELEBRA CON GLI AMICI O UNISCITI AL LOCALI

 

Come ogni festa, che sia religiosa o meno, non c‘è niente di meglio che celebrare Holi con gli amici e questo è certamente più facile se vivi in India già da tempo. Se invece sei in città per un viaggio in India, niente paura, i locali e le comunità di espatriati organizzano sempre tanti party per l’Holi Festival.

Di solito, queste feste vengono allestite in spazi aperti alla periferia della città, chiamate farmhouse, spesso dotate di piscina dove, a fronte di un biglietto di ingresso che si aggira tra le 1000 e le 2000 rupie a persona, si prende parte ad un’esperienza entusiasmante: polveri millecolori, un luculliano pranzo indiano, musica per ballare fino allo sfinimento, con i Dj del momento e i divertentissimi famosi dholwala ovvero i suonatori di dhol, il tipico tamburo indiano onnipresente nelle cerimonie indiane.

 

 

4) COME PULIRE I COLORI DI HOLI

 

La prima volta che ho giocato ad Holi a Jaisalmer non ero preparata sugli effetti collaterali del colore sulla pelle e sui capelli: tre docce non furono sufficiente ad eliminare definitivamente il colore ed il risultato fu una pelle secca ed irritazioni sparse dovute allo strofinamento.

I miei capelli lunghi erano in condizioni pietose.

Niente di tutto questo succederà se segui pochi semplici “consigli su come non lasciare tracce dell’Holi Festival sul tuo corpo per i successivi sei mesi”

1)  Prima di utilizzare lo shampoo, sciacqua i capelli semplicemente mettendoli in ammollo con acqua fredda per eliminare il colore in eccesso.

2) Fai un impacco a base di banana, latte e miele, ben mescolati. Massaggia la testa, il cuoio capelluto ed i capelli per una ventina di minuti. Successivamente, sciacqua i capelli con un detergente delicato, senza stressare i capelli.

3) Un impacco a base di yogurt e limone invece può essere la soluzione ideale per rimuovere le macchie più difficili dalla pelle del viso e del corpo.

Ecco ora siete belli e scoloriti più di prima!

 

SusIndia | Viaggi in India | Holi Festival | Holika5) CONOSCI LA STORIA DI HOLI

 

L’Holi Festival ha molti significati per il popolo indiano.

Da un lato rappresenta l’arrivo della bella stagione, e dall’altro il momento per incontrare famiglia ed amici, per riconciliarsi, per dimenticare i torni e perdonare, per riparare le relazioni spezzate.

La simbologia di Holi non è casuale e numerose sono le storie e le leggende all’origine della festa più divertente dell’anno. Tra le più affascinanti, c’è la storia di Prahlad, figlio del Re Hiranyakashipu: questi non sopportava il fatto che il proprio figlio venerasse il dio Vishnu più del suo stesso genitore e per questo affronto lo punì con castighi atroci. Per finirlo definitivamente, la sorella del re Holika, vestita di un mantello protettivo, tentò di ucciderlo facendo sedere nel fuoco con lei ma la beffa fu che il mantello avvolse Prahlad uccidendo la zia cattiva.

 

Da questa leggenda, nasce la tradizione del fuoco di Holika che si celebra la notte prima di Holi: in ogni dove, le famiglie indiane accendono dei piccoli falò chiamati Holi ka Dahan, a simboleggiare la vittoria del Bene sul Male.

L’uso delle polveri colorate è, invece, legato al dio Krishna, innamorato della bella Radha, dalla pelle candida. Amareggiato per il colore scuro della sua pelle, Krishna decise di dipingersi il volo di tanti colori per rendersi più attraente e conquistare la sua Radha.

 

Ora che sai tutto su Holi Festival, non ti resta che tenere sott’occhio la pagina di Holi Dance Festival in Italia per partecipare al tuo Holi in Italia, oppure decidere di prenotare un viaggio in India e festeggiare il prossimo Holi 2018 che si terrà il 2 Marzo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni

  •   C-2. Tanishq Apartment, 2nd Floor, Dadabari Road, Ward - 8, Mehrauli, New Delhi - 110030

  •    ITA (+39) 349 722 20 12

       IND (+91) 882 67 47 693

  •    +39 349 722 20 12

  •    info@susindia.it

Contatti

Instagram Feed

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

© Copyright 2017 | SusIndia di Susanna Di Cosimo. Tutti i diritti riservati.
Mutart | Privacy Policy - Cookie Policy